Dottorati di Ricerca

Italiano    English   

Borse di studio di dottorato

    Ufficio Dottorati di ricerca   - email

Le borse di studio sono assegnate previa valutazione comparativa del merito e secondo l'ordine definito nella relativa graduatoria. A parità di merito prevale la valutazione della situazione economica determinata ai sensi del D.P.C.M. 30.04.97, pubblicato sulla G.U. n. 116 dd. 09.06.97, e successive modificazioni ed integrazioni.

La borsa non può essere assegnata a candidati che abbiano usufruito in precedenza, anche per un solo anno, di altra borsa di dottorato e non può essere cumulata con borse di studio a qualsiasi titolo conferitetranne che con quelle concesse da istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare, con soggiorni all’estero, l’attività di ricerca del dottorando.

In alternativa alla borsa di studio ordinaria, gli ammessi ai corsi di dottorato possono usufruire di borse di studio concesse in base a finanziamenti e assegnazioni dell'Unione Europea o di organismi internazionali, ovvero concesse direttamente da tali organismi.

La borsa non viene erogata in caso di sospensione ovvero di esclusione dal corso.

È consentita, su istanza del borsista e previo parere favorevole del Collegio dei Docenti, la sospensione dell’erogazione della borsa per tutta la durata di altra borsa di studio di cui il dottorando risulti fruitore.

L'importo della borsa di studio può essere aumentato per eventuali periodi di soggiorno all'estero, in strutture che non siano sedi del corso, nella misura del 50%, per soggiorni di almeno 60 giorni continuativi.

Il dottorando deve comunicare immediatamente eventuali interruzioni della frequenza, rinunce di borsa, richieste di sospensioni o riammissioni alla frequenza, pena il recupero da parte dell’Amministrazione delle rate indebitamente erogate.


Modalità di pagamento delle borse di studio:
  • il pagamento della rata ordinaria ha cadenza mensile, viene corrisposto posticipatamente, con valuta fissa il 25 del mese;
  • è cura dei Coordinatori o dei loro delegati comunicare, entro il terzo giorno di ogni mese, l’eventuale mancata frequenza nel mese precedente. In tal caso il pagamento viene sospeso. In caso di comunicazione tardiva da parte del Coordinatore, l’Amministrazione procederà al recupero delle rate eventualmente già erogate in assenza dei requisisti;
  • a causa dell’iter amministrativo complesso, non vengono garantite le scadenze di pagamento della I rata del nuovo anno accademico (o anche della II rata in caso di pagamento della borsa relativa al primo anno di corso)
  • In caso l’attività del primo anno di corso inizi successivamente al 1 novembre, il conguaglio verrà erogato dopo il passaggio all’anno successivo.
  • per quanto riguarda l’aumento proporzionale della borsa per periodi di ricerca svolti all’estero, i pagamenti, verificata la completa documentazione presentata dal dottorando, verranno effettuati al massimo 4 volte all’anno

Trattamento previdenziale della borsa di studio

A decorrere dal 1° gennaio 1999 la borsa di studio di dottorato di ricerca viene sottoposta a ritenuta previdenziale.

La ritenuta è per 2/3 a carico dell’Amministrazione e per 1/3 a carico del borsista.

Tutte le modifiche che interverranno in corso d’anno (inizio o sospensioni di attività che comunque prevedano un’iscrizione ad una gestione pensionistica) devono essere comunicate immediatamente alla Segreteria dei Dottorati di Trieste ai fini dell’aggiornamento del valore della ritenuta previdenziale. Coloro che si immatricolano al primo anno e siano titolari di una borsa di dottorato, entro 60 giorni dall’inizio effettivo dei corsi, (verificare la data di effettivo inzio) devono aprire una posizione presso la sede INPS a cui verrà versato il contributo (Trieste). La domanda si inserisce online. Per informazioni specifiche sulla copertura previdenziale si invita comunque a contattare direttamente la competente sede dell’INPS.

Per tutti i fatti modificativi relativi alle posizioni previdenziali, i borsisti dovranno contattare personalmente l’INPS in quanto l’Ateneo provvederà unicamente a comunicare all’Istituto i nominativi dei borsisti e a versare il contributo previdenziale.

Vengono naturalmente comunicate all’Ente, sulla base delle dichiarazioni personali degli iscritti, le eventuali variazioni dell’aliquota applicata che interverranno in corso d’anno.

Modulo per la richiesta di assegnazione della borsa di studio (39° ciclo)
[Modulo per la richiesta di <b>assegnazione</b> della borsa di studio <b>(39° ciclo)</b> -  (pdf)] (14.09.23)
Dichiarazione di copertura previdenziale
[Dichiarazione di copertura previdenziale -  (pdf)] (28.08.17)
Modulo rinuncia alla borsa
[Modulo rinuncia alla borsa -  (pdf)] (27.09.18)



Informazioni aggiornate al: 07.6.2024 alle ore 08:18